Accesso

Iscriviti

Dopo aver creato un account, sarai in grado di monitorare lo stato del pagamento, tenere traccia della conferma e puoi anche valutare il tour dopo aver terminato il tour.
Nome utente*
Parola d'ordine*
Conferma password*
Nome*
Cognome*
Data di nascita*
E-mail*
Telefono*
Nazione*
* Sono d'accordo con i termini e condizioni e ho letto la privacy policy.
Accetta tutti i termini e le condizioni prima di procedere con il passaggio successivo

Sei già registrato?

Accesso

Accesso

Iscriviti

Dopo aver creato un account, sarai in grado di monitorare lo stato del pagamento, tenere traccia della conferma e puoi anche valutare il tour dopo aver terminato il tour.
Nome utente*
Parola d'ordine*
Conferma password*
Nome*
Cognome*
Data di nascita*
E-mail*
Telefono*
Nazione*
* Sono d'accordo con i termini e condizioni e ho letto la privacy policy.
Accetta tutti i termini e le condizioni prima di procedere con il passaggio successivo

Sei già registrato?

Accesso

La Transumanza del gusto

Grazie al nostro pacchetto sulla transumanza si ha la possibilità di scoprire luoghi incontaminati e borghi medievali dal fascino unico, da ora se ne avete voglia potrete scoprire i prodotti tipici di ogni luogo attraversato dal Tratturo Magno e vivere un’esperienza unica nel suo genere.

Mescoleremo il trekking o la pedalata in montagna con le nostre E-MTB e i prodotti tipici del luogo.
Trascorrere un soggiorno in Abruzzo significa anche provare le bontà che ci offrono le nostre tradizioni.
La Transumanza, è una migrazione che già nel III secolo a.C. prevedeva lo spostamento di milioni di pecore dalle montagne verso località più calde durante l’inverno. Il Tratturo Magno parte da L’Aquila per arrivare fino al Tavoliere o al Gargano; ci sono molte diramazioni provenienti anche dal Molise. Per chi lo percorre oggi è sicuramente un viaggio attraverso il tempo e la storia, incontrando sulla via borghi antichi, chiese tratturali e vecchi rifugi.

La prima parte del Tratturo inizia da L’Aquila e attraversa nel suo primo tratto la frazione di Monticchio, dove tutti gli anni nel periodo di Giugno si svolge la “sagra” del prodotto locale ovvero dei fagioli. I Fagioli bianchi di Monticchio sono uno dei pochi prodotti autoctoni rimasti sul nostro territorio e rientra nel progetto “Coltiviamo la Biodiversità” che si occupa del recupero, la conservazione e la valorizzazione di una biodiversità agricola altrove scomparsa. I fagioli provengono solo da coltivatori locali e vengono ancora essiccati secondo la tradizione su teli di iuta.

Superata la frazione di Monticchio ci si può fermare nel negozio e laboratorio di Dolci Aveja dove si possono acquistare dai biscotti alla pasticceria di dolci tipici stagionali, per finire con liquori come il nocino o la genziana.

Continuando il cammino arriviamo nel comune di Picenze dove, durante l’estate, viene organizzata la folcloristica sagra degli strozzapreti, la tipica pasta fatta a mano che qui si gusta con del sugo al ragù oppure con la crema dei tartufi neri del posto!

Proseguendo lungo il Tratturo Magno non mancherà l’occasione di assaggiare una specialità della provincia dell’Aquila: il formaggio Pecorino. Ovviamente è il grande protagonista di questo percorso, è uno dei frutti di tutti gli sforzi dei pastori che anticamente percorrevano questi sentieri con i loro greggi.  Stagionature diverse e gusti nuovi per un’eccellenza d’Abruzzo che dovrà essere degustata per forza durante il vostro soggiorno.
La simbiosi tra i pastori e l’Abruzzo risale a tempi antichi e ha dato vita alla cultura del  formaggio di pecora ancora radicata in tutta la regione, tranne forse nel versante di Pescocostanzo più noto per il formaggio vaccino (scamorze e caciocavalli).
Il pecorino di Farindola è unico nel suo genere: preparato con latte crudo munto a mano da capi di razza pagliarola allevati allo stato brado sulle montagne del Gran Sasso e seguendo l’antica ricetta viene usato il caglio di maiale; i pastori del luogo si sono riuniti formando un consorzio e gestendo una casera dove è possibile acquistare il formaggio.
Diverso è invece il Pecorino Canestrato di Castel Del Monte, presidio Slow Food del versante meridionale del Gran Sasso, prodotto con latte crudo intero di pecora e poi lasciato a stagionare nei canestrini di vimini.
Riscoperto da poco e proveniente dagli stessi altipiani è il Caciofiore Aquilano, l’unico pecorino fresco con il caglio estratto dai fiori del carciofo selvatico, adatto anche ai vegetariani.

Concludiamo il nostro cammino lungo la storia e le tradizioni con l’arrivo nel Borgo di Navelli per scoprire l’Oro Rosso: lo zafferano.
La storia dello zafferano in Italia e nella provincia de L’Aquila in particolare ha origini antiche, circa dal XIII secolo. Nel 2005 lo zafferano dell’Aquila  viene iscritto nel Registro delle Denominazioni di Origine Protetta ed ancora oggi è considerato il migliore del mondo.
La coltivazione dello zafferano è un processo molto lavorato, trattandosi di fiori c’è bisogno di cura e delicatezza; immaginate che per avere un kg di zafferano servono circa 200.000 fiori.
La cucina tipica aquilana è influenzata ovviamente in positivo da questa spezia tra le più è preziose, come per esempio le “sagnette ceci e zafferano” , una pasta all’uovo ammassata a mano con i ceci anch’essi delle nostre zone.
La raccolta avviene attorno la seconda metà di ottobre, all’alba prima della schiusa dei fiori; una volta portati al coperto e sfioriti, ai fiori vengo asportati gli stimmi che verranno poi lasciati essiccare sulla brace di mandorlo o di quercia.

Infine come dimenticare gli immancabili arrosticini! Piatto tipico della tradizione pastorale abruzzese, preparati con carne di pecora dall’inconfondibile sapore e odore intenso, è possibile trovarli quasi ovunque in trattorie e ristoranti d’Abruzzo.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza. Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o disattivarli in impostazioni della privacy .
AccettaImpostazioni della privacy

Abruzzo Incoming

  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Google Analytics
  • Mappe geolocalizzate
  • Video YouTube

Privacy Policy

Utilizzando il nostro servizio, l’utente accetta la raccolta e l’utilizzo delle informazioni per fornire e migliorare il servizio stesso, in conformità con la nostra Informativa sulla privacy.

L’informativa completa può essere consultata al seguente indirizzo: https://abruzzoincoming.it/privacy-policy/

Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l’utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini di uso dei cookies espressi nella nostra Informativa sulla privacy.

Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando a questo indirizzo:
https://abruzzoincoming.it/cookie-policy/

Google Analytics

Google Analytics è un servizio di analisi web fornito da Google Inc. (“Google”). Google utilizza i Dati Personali, raccolti in forma anonima su questo sito, allo scopo di tracciare ed esaminare l’utilizzo di questo Sito Web, compilare report e condividerli con gli altri servizi sviluppati da Google.
Google potrebbe utilizzare i Dati Personali, raccolti in modo anonimo su questo sito per contestualizzare e personalizzare gli annunci del proprio network pubblicitario.

Mappe geolocalizzate

Questo tipo di servizi permette di visualizzare contenuti ospitati su piattaforme esterne direttamente dalle pagine di questo Sito Web e di interagire con essi.
Nel caso in cui sia installato un servizio di questo tipo, è possibile che, anche nel caso gli Utenti non utilizzino il servizio, lo stesso raccolga dati di traffico relativi alle pagine in cui è installato.

Video YouTube

YouTube è un servizio di visualizzazione di contenuti video gestito da Google Ireland Limited che permette a questa Applicazione di integrare tali contenuti all’interno delle proprie pagine.
Questo widget è impostato in modo che YouTube non salvi informazioni e cookie riguardo agli Utenti su questa Applicazione, a meno che non riproducano il video.